Testamento digitale. Google e Facebook approcci diversi!

Eh si, è proprio così, c’è chi pensa già alla Vostra dipartita e al vostro . Chi è? Google, Big G. Saranno solo un paio di giorni che la notizia è on line ma sta già facendo il giro del mondo. Pare che Google sia sia posta il problema dell’uso dei dati dopo la morte degli utenti, probabilità che prima o poi si avvererà quindi perchè non pensarci prima?

testamento digitale

Google pensa al testamento digitale!

[ad#HTML-heyos-468×60]

Decidere cosa fare dei propri dati “in caso di decesso” non è cosa da poco, i dati digitali che ogni giorno vengono depositati negli archivi digitali come posta elettronica e adesso anche i dati sul Cloud, concorrono a formare la cosidetta eredità digitale di ognuno di noi.

Google ci ha pensato introducendo un’apposita interfaccia, a cui si può accedere da QUI, dove si potrà decidere cosa fare in caso di “Account Inattivo”. Si può decidere di effettuare “l’autodistruzione” dei propri dati, oppure  far si che delle “persone fidate”, quali amici familiari o eredi, vengano avvisate del fatto che l’account, a breve, non sarà più disponibile.
Qualcuno si chiederà: “e la Privacy?”

Un’ostacolo non da poco.

Ecco come e perché nasce il nuovo servizio proposto da Google, Andreas Tuerk, product manager di Google precisa che:

Noi speriamo che esso consenta di progettare la vita digitale nell’aldilàe renda la vita più facile ai nostri cari quando ce se saremo andati”.

E facebook?

Comportamento completamente opposto. Facebook, il social network più famoso al mondo, ha disposto che in caso di decesso, la pagina di profilo dell’utente potrà essere soltanto chiusa, o convertita in una specie di memoriale dove non saranno accettati commenti di esterni.

E voi ci state già pensando ?

[ad#HTML-heyos-468×60]

Scarica Zoelounge, l’app gratuita che ti offre le news sul mondo Apple in tempo reale grazie alle notifiche push.

 

[ad#HTML-affiliago1-300×250]
Related Posts with Thumbnails